Corso di formazione per lettori volontari settembre 2013

 

Proposta per corso lettori volontari Nati per Leggere 
 
Seconda edizione - settembre 2013 
 
 
 
 
a cura di Francesca Arduini e del Circolo dei Lettori di Verona 
 
 
 
 
 
 
 
 
.. Se riesci a far innamorare i bambini di un libro 
di due, di tre, cominceranno a pensare che leggere è 
un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno lettori. 
E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi 
e importanti della vita. 
 
R. Dahl 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
 
 
 
DEFINIZIONE 
 
La lettura quotidiana al bambino è un’attività che richiede poco tempo e impegno ed ha 
numerosi effetti positivi a lungo termine, a diversi livelli: non solo cognitivo e linguistico, ma 
anche emotivo e relazionale, sociale. Il corso proposto dal Circolo dei Lettori di Verona 
vuole essere uno strumento per formare lettori volontari. 
 
I lettori volontari nell’ambito del progetto NpL hanno un ruolo di grande rilievo perchè 
sostengono i bibliotecari e i pediatri nella promozione della lettura in famiglia, 
comunicando ai genitori la consapevolezza che leggere con amore ai figli è far loro un 
dono inestimabile. 
Si tratta di adulti attenti che donano il proprio tempo e la propria voce ai bambini e ai loro 
genitori praticando la lettura ad alta voce nei luoghi scelti ed individuati dall’ Unità 
operativa del progetto locale. Essi ricevono una formazione specifica per interagire con 
bambini e genitori, per comunicare gli obiettivi del progetto e per suggerire pratiche di 
lettura in famiglia, ai genitori che per la prima volta partecipano ad una loro attività e che 
non sono abituati a leggere ai propri figli. 
 
 
 
 
PREMESSA 
 
Ci preme comunicare l'esperienza della lettura e dell’ascolto come uno dei diritti primari 
dei giovani lettori, fondamentale sia per la loro crescita emotiva, sia per il loro futuro di 
grandi lettori e di esploratori del mondo dentro e fuori dai libri. 
Partiamo dal presupposto che chi partecipa al corso abbia bisogno di strumenti concreti 
per scegliere, orientarsi, capire cosa proporre e come proporlo ai piccoli ascoltatori 
(compresi nella fascia 0/6 anni) e ai loro genitori. 
Il percorso che proponiamo quest'anno mira ad offrire questi strumenti partendo da 
esperienze concrete di chi i libri li legge ad alta voce da anni e da anni escogita strategie, 
percorsi, piccoli espedienti e grandi soluzioni per creare un legame concreto di interesse, 
curiosità e affezione con l'oggetto libro e con le parole e storie in esso contenute. 
Ogni formatore presterà la sua collaborazione a titolo gratutito. Nati per leggere, e la 
Biblioteca Civica in particolare, dovrebbe dare visibilità alla collaborazione, proponendosi 
come “vetrina” per dare risalto alle suddette collaborazioni. 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
METODO 
 
 
 
Al centro del percorso verranno messi sempre i libri, prevalentemente albi illustrati con 
tutta la gamma di possibili letture che essi offrono. 
Ogni accompagnatore proporrà testi e letture a partire dalla sua esperienza concreta di 
lettura con i bambini. 
L'albo illustrato: un contenitore ma anche un mezzo per creare affezione, relazione, 
ascolto e comunicazione. Per questi motivi ci avvaliamo di albi illustrati scelti tra il vasto 
panorama delle case editrici italiane, anche minori e meno commercializzate, che vantano 
cataloghi ricchi e tutti agevolmente consultabili su internet. 
Proporremo una bibliografia specifica e verranno mostrati diversi albi illustrati da sfogliare 
insieme. 
Alla fine di ogni incontro ci saranno circa 45 minuti per il confronto diretto, le domande e le 
proposte di approfondimento con ampio spazio per i lettori di mettersi alla prova con la 
lettura. 
Un aspetto che metteremo in rilievo è l’uso della voce. Inoltre l'importanza dei ritmi, delle 
parentesi e dei ritmi/riti che scandiscono un tempo di lettura che si ritaglia suoni, parole, 
emozioni in uno spazio d'ascolto che permetta alla lettura di farsi vissuto. 
 
 
FINALITA' 
Attraverso questo confronto miriamo a promuovere un approccio precoce alla lettura che 
consenta ai lettori volontari di far avvicinare i genitori ai libri, facendo della lettura condivisa 
strumento privilegiato della relazione con i figli. Un terreno di confronto, partecipazione, 
empatia che si rafforza proprio grazie alla relazione. Dalla lettura di gruppo quindi, allo 
spazio relazionale privilegiato nel nucleo famigliare. 
Spesso il lettore volontario si trova nella condizione di leggere ad un gruppo 
estremamente eterogeneo, che magari include bambini dai 2 agli 6 anni. Compito del 
lettore è quindi selezionare un testo equilibrato, che consideri i diversi bisogni, l’interesse, 
le capacità e la “resistenza” del gruppo. 
Il Circolo dei Lettori vorrebbe in futuro mettere in rete diversi educatori, lettori volontari, 
librai, bibliotecari che condividono la loro esperienza sul territorio, incontrandosi poi 
periodicamente (due incontri annuali) in una sorta di spazio comune (conferenza, incontro 
con autore/editore...) che vuole essere una costante formazione/informazione e che 
permetta ai lettori volontari di sentirsi “gruppo” e di potersi al contempo aggiornare 
costantemente. 
 
 
 
 
 
  
PROGRAMMA 
 
Il percorso di formazione proposto si articola in 4 incontri, che si terranno il 17 - 19 - 24 e 
26 settembre dalle 17 alle 19,30 in sala Teologia. 
 
 
 
17 settembre: Raise , Gangemi e Circolo dei Lettori di Verona. 
 
Presentazione del progetto e finalità del corso. 
Gli spazi di lettura e il coinvolgimento dei lettori volontari sul territorio. 
 
 
19 settembre: Mauro Falsarolo (cooperativa La corte dei bambini) 
 
Come ti leggo? Leggere con la voce e con il corpo: interpretazione di un testo, intonazione 
della voce e piccoli espedienti per leggere a gruppi di età eterogenei. Ciclicità, ritmo, tono, 
confronto, spazio, silenzio. Il libro come strumento per diversi percorsi di apporfondimento. 
 
 
24 settembre: Lucia Cipriani (ex bibliotecaria ora libraia) 
 
Essere un lettore a voce alta Nati per Leggere fa bene alla salute: può essere una 
bellissima esperienza. 
Cosa mi piace leggere, come scegliere i libri, le case editrici con un occhio alle novità 
librarie e ai libri adatti ai diversi ascoltatori. Il bagaglio del lettore volontario: tra libri del 
cuore e libri per il cuore. 
 
 
26 settembre : Francesca Arduini (Circolo lettori di Verona) e Barbara Cei 
(cooperativa Azalea) 
 
Leggere ad alta voce: come, cosa, dove, quando? 
I libri adatti e i piccoli segreti/riti per catturare l'attenzione e leggere ai piccoli libri “grandi”. 
Leggere a due voci: esempi, proposte, sollecitazioni per creare empatia e affezione con i 
piccoli ascoltatori. Gli spazi e i tempi per la lettura: dentro/fuori, prima/dopo/durante... 
“Fare le vocine e le faccine”, improvvisare e improvvisarsi in diverse situazioni, i rumori di 
sottofondo, sollecitare o bloccare interventi, domande, ripetizioni....senza perdere di vista 
la storia....) 
 
 
 
 
 
 
 
  
ACCOMPAGNATORI 
Abbiamo voluto coinvolgere educatori e lettori che avessero esperienza in diversi ambiti 
educativi e che portassero, oltre agli aspetti teorici, consigli e vissuti legati a chi la lettura 
ad alta voce la pratica nel quotidiano: con l'occhio dell'esperienza ma con il cuore dalla 
parte dei bambini. (seguirà brevissimo cv dei vari accompagnatori) 

 

Corso lettori volontari Nati per Leggere 

Seconda edizione - settembre 2013 

a cura di Francesca Arduini e del Circolo dei Lettori di Verona 

 

".. Se riesci a far innamorare i bambini di un libro 
di due, di tre, cominceranno a pensare che leggere è 
un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno lettori. 
E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi 
e importanti della vita. "

R. Dahl 

 

DEFINIZIONE 

La lettura quotidiana al bambino è un’attività che richiede poco tempo e impegno ed ha numerosi effetti positivi a lungo termine, a diversi livelli: non solo cognitivo e linguistico, ma anche emotivo e relazionale, sociale. Il corso proposto dal Circolo dei Lettori di Verona vuole essere uno strumento per formare lettori volontari. I lettori volontari nell’ambito del progetto NpL hanno un ruolo di grande rilievo perchè sostengono i bibliotecari e i pediatri nella promozione della lettura in famiglia, comunicando ai genitori la consapevolezza che leggere con amore ai figli è far loro un dono inestimabile. Si tratta di adulti attenti che donano il proprio tempo e la propria voce ai bambini e ai loro genitori praticando la lettura ad alta voce nei luoghi scelti ed individuati dall’Unità operativa del progetto locale. Essi ricevono una formazione specifica per interagire con bambini e genitori, per comunicare gli obiettivi del progetto e per suggerire pratiche di lettura in famiglia, ai genitori che per la prima volta partecipano ad una loro attività e che non sono abituati a leggere ai propri figli. 

PREMESSA 

Ci preme comunicare l'esperienza della lettura e dell’ascolto come uno dei diritti primari dei giovani lettori, fondamentale sia per la loro crescita emotiva, sia per il loro futuro di grandi lettori e di esploratori del mondo dentro e fuori dai libri. Partiamo dal presupposto che chi partecipa al corso abbia bisogno di strumenti concreti per scegliere, orientarsi, capire cosa proporre e come proporlo ai piccoli ascoltatori (compresi nella fascia 0/6 anni) e ai loro genitori. Il percorso che proponiamo quest'anno mira ad offrire questi strumenti partendo da esperienze concrete di chi i libri li legge ad alta voce da anni e da anni escogita strategie, percorsi, piccoli espedienti e grandi soluzioni per creare un legame concreto di interesse, curiosità e affezione con l'oggetto libro e con le parole e storie in esso contenute. Ogni formatore presterà la sua collaborazione a titolo gratutito. Nati per leggere, e la Biblioteca Civica in particolare, dovrebbe dare visibilità alla collaborazione, proponendosi come “vetrina” per dare risalto alle suddette collaborazioni. 

METODO 

Al centro del percorso verranno messi sempre i libri, prevalentemente albi illustrati con tutta la gamma di possibili letture che essi offrono. Ogni accompagnatore proporrà testi e letture a partire dalla sua esperienza concreta di lettura con i bambini. L'albo illustrato: un contenitore ma anche un mezzo per creare affezione, relazione, ascolto e comunicazione. Per questi motivi ci avvaliamo di albi illustrati scelti tra il vasto panorama delle case editrici italiane, anche minori e meno commercializzate, che vantano cataloghi ricchi e tutti agevolmente consultabili su internet. Proporremo una bibliografia specifica e verranno mostrati diversi albi illustrati da sfogliare insieme. Alla fine di ogni incontro ci saranno circa 45 minuti per il confronto diretto, le domande e le proposte di approfondimento con ampio spazio per i lettori di mettersi alla prova con la lettura. Un aspetto che metteremo in rilievo è l’uso della voce. Inoltre l'importanza dei ritmi, delle parentesi e dei ritmi/riti che scandiscono un tempo di lettura che si ritaglia suoni, parole, emozioni in uno spazio d'ascolto che permetta alla lettura di farsi vissuto. 

FINALITA' 

Attraverso questo confronto miriamo a promuovere un approccio precoce alla lettura che consenta ai lettori volontari di far avvicinare i genitori ai libri, facendo della lettura condivisa strumento privilegiato della relazione con i figli. Un terreno di confronto, partecipazione, empatia che si rafforza proprio grazie alla relazione. Dalla lettura di gruppo quindi, allo spazio relazionale privilegiato nel nucleo famigliare. Spesso il lettore volontario si trova nella condizione di leggere ad un gruppo estremamente eterogeneo, che magari include bambini dai 2 agli 6 anni. Compito del lettore è quindi selezionare un testo equilibrato, che consideri i diversi bisogni, l’interesse, le capacità e la “resistenza” del gruppo. Il Circolo dei Lettori vorrebbe in futuro mettere in rete diversi educatori, lettori volontari, librai, bibliotecari che condividono la loro esperienza sul territorio, incontrandosi poi periodicamente (due incontri annuali) in una sorta di spazio comune (conferenza, incontro con autore/editore...) che vuole essere una costante formazione/informazione e che permetta ai lettori volontari di sentirsi “gruppo” e di potersi al contempo aggiornare costantemente. 

PROGRAMMA 

Il percorso di formazione proposto si articola in 4 incontri, che si terranno il 17 - 19 - 24 e 26 settembre dalle 17 alle 19,30 in sala Teologia. 

17 settembre: Raise , Gangemi e Circolo dei Lettori di Verona. 

Presentazione del progetto e finalità del corso. Gli spazi di lettura e il coinvolgimento dei lettori volontari sul territorio. 

19 settembre: Mauro Falsarolo (cooperativa La corte dei bambini) 

Come ti leggo? Leggere con la voce e con il corpo: interpretazione di un testo, intonazione della voce e piccoli espedienti per leggere a gruppi di età eterogenei. Ciclicità, ritmo, tono, confronto, spazio, silenzio. Il libro come strumento per diversi percorsi di apporfondimento. 

24 settembre: Lucia Cipriani (ex bibliotecaria ora libraia) 

Essere un lettore a voce alta Nati per Leggere fa bene alla salute: può essere una bellissima esperienza. Cosa mi piace leggere, come scegliere i libri, le case editrici con un occhio alle novità librarie e ai libri adatti ai diversi ascoltatori. Il bagaglio del lettore volontario: tra libri del cuore e libri per il cuore. 

26 settembre : Francesca Arduini (Circolo lettori di Verona) e Barbara Cei 

(cooperativa Azalea) 

Leggere ad alta voce: come, cosa, dove, quando? I libri adatti e i piccoli segreti/riti per catturare l'attenzione e leggere ai piccoli libri “grandi”. Leggere a due voci: esempi, proposte, sollecitazioni per creare empatia e affezione con i piccoli ascoltatori. Gli spazi e i tempi per la lettura: dentro/fuori, prima/dopo/durante... “Fare le vocine e le faccine”, improvvisare e improvvisarsi in diverse situazioni, i rumori di sottofondo, sollecitare o bloccare interventi, domande, ripetizioni....senza perdere di vista la storia.... 

ACCOMPAGNATORI 

Abbiamo voluto coinvolgere educatori e lettori che avessero esperienza in diversi ambiti educativi e che portassero, oltre agli aspetti teorici, consigli e vissuti legati a chi la lettura ad alta voce la pratica nel quotidiano: con l'occhio dell'esperienza ma con il cuore dalla parte dei bambini. (seguirà brevissimo cv dei vari accompagnatori)

Il Circolo dei Lettori di Verona

" un modo per condividere il piacere della lettura " 

Link

Locandina-letture-a-voce-alta2.pdf